20/21/22 agosto

Eugenio Allegri / Ramberto Ciammarughi

Eugenio Allegri / Ramberto Ciammarughi
UNA LAUDA PER FRATE FRANCESCO di Ramberto Ciammarughi
Location: ๐‘๐จ๐œ๐œ๐š ๐๐ž๐ฅ ๐‹๐ž๐จ๐ง๐ž
Data: ๐Œ๐ž๐ซ๐œ๐จ๐ฅ๐ž๐๐ขฬ€ ๐Ÿ๐Ÿ– ๐‹๐ฎ๐ ๐ฅ๐ข๐จ ๐Ÿ๐ŸŽ๐Ÿ๐Ÿ ๐š๐ฅ๐ฅ๐ž ๐จ๐ซ๐ž ๐Ÿ๐Ÿ:๐ŸŽ๐ŸŽ
Eugenio Allegri – Voce recitante Ramberto Ciammarughi – pianoforte
S. Francesco, nelle poche pagine che ci ha lasciato, ha liberato la luce delle sue laudi verso ogni direzione; laudi all’altissimo creatore, ma anche alle cose piรน semplici di questo nostro mondo.
Questa modesta lauda, in quello che potrebbe essere considerato un atto di riconoscenza, รจ rivolta direttamente a lui; a lui che ci ha suggerito un modo nuovo di collegarsi alle cose, e che, ringraziando ogni creatura e ogni piccolo elemento, ha, in fondo, restituito all’umanitร  un possibile significato da dare all’esistente.
Il progetto originario fu ideato e commissionato nel ’99 – 2000 come possibilitร  di relazione creativa tra un attore e un musicista; la โ€œvoce recitante,โ€ naturalmente, รจ stata, dall’inizio, quella di Eugenio Allegri.
Da allora, insieme, abbiamo sempre continuato a proporre la lauda sperimentando le tante possibilitร  di sviluppare idee e intuizioni; forse, negli anni, รจ diventata il nostro โ€œterritorio d’elezioneโ€ per approfondire la ricerca all’interno del rapporto tra la โ€œparola vivaโ€ e la musica.
L’ opera, col tempo, si รจ modificata, รจ “cresciuta” sedimentando e incorporando tutte le nostre esperienze; ed ora, nella presente versione, riteniamo che abbia raggiunto la sua piena maturitร .
Noi non siamo, di certo, uomini di fede, la nostra รจ la storia di persone laiche e cosรฌ รจ, forse, la nostra concezione della vita; tuttavia sento di poter considerare tutto ciรฒ…una preghiera.
Nei miei pensieri privati spesso la definisco una “preghiera laica”… quasi ad affermare, per ogni essere umano, il proprio diritto a una personale opzione spirituale…o forse รจ solamente un ventaglio di idee sparse che sono state,poi, ricomposte e organizzate in forma di “melologo.”
Si tratta di idee semplici che, nel gioco delle urgenze creative e formali di un musicista, sono state sistemate attorno a un nucleo di pensieri musicali e di pure melodie.
Eugenio ed io abbiamo pensato che fosse giusto presentare l’opera in questa sua forma attuale cercando, cosรฌ, di restituire quell’insieme di intuizioni, di motivi spirituali e di riflessioni che continuano ancora ad emozionarci, e che ci siamo sempre ripromessi di condividere con tutti quelli che lo desiderano