22/23/24 giugno

la rassegna

Serata-Caposella

Come una lacrima sul cuore d’Italia, il lago Trasimeno è lo scenario struggente di Moon in June, rassegna musicale al suo secondo anno,   fortemente voluta dalla fondazione Sergio per la Musica. Fu proprio il compianto Sergio Piazzoli, tra i più importanti promoter italiani, a innamorarsi del luogo e dell’idea un po’ folle di portare un festival all’isola Maggiore, un borgo antico con sette chiese per quattordici abitanti e un affaccio unico sul confine umbro e toscano

 L’esplicito rimando al capolavoro di Robert Wyatt sottolinea l’amore e la devozione di Sergio Piazzoli per l’artista inglese. Dalla partecipazione di Wyatt a Rockin’ Umbria (tra le più felici invenzioni di Sergio), nacque una sincera amicizia che lo stesso fondatore dei Soft Machin ricorda in una famosa lettera che egli stesso ha scritto alla fondazione intitolata a Sergio.

Alla dolorosa scomparsa di Sergio, Robert Wyatt accettò volentieri il ruolo di presidente onorario della Fondazione e a suggello di tutto ciò nasce Moon in June. Il 2015 Vinicio Capossela ha inaugurato il festival con il suo “Canto per Sirene d’acqua dolce”, perchè come dice lo stesso Vinicio ” è nel canto delle sirene che ritroviamo tutti quelli che abbiamo amato”